My First Time

MY FIRST TIME

My First Time 2014

1. To My son
2. Nature’s Mood

3. Transatlantic
4. Steve White Blues
5. Dream Guitar
6. Mardel
7. Slade Stomp
8. She
9. Back To My Shoulder
10. Andrà Tutto Bene
11. Samuel or Virginia

L’ascolto di un disco così raffinato e puramente intimo, fa assaporare la magia dell'”aria colorata” emessa solamente da una chitarra acustica suonata con il plettro.

Sin la primo momento l’ascoltatore assaggia varie ramificazioni dello stile FLATPICKING, immergendosi in un clima di “mondo acustico”, derivato da vari modi di usare il plettro attraverso le sei corde e determinato  da un linguaggio di ornamenti eleganti, come il crosspicking, pull off, hammer on, cascadè scale, double notes, improvisation’s scales, masters’ licks e percussion’s groove.

L’album presenta nove brani firmati e composti da CIOSI e due cover riarrangiate in onore di due maestri della chitarra: BEPPE GAMBETTA (“Slade Stomp”) e MASSIMO VARINI (“Andrà Tutto Bene”).

Le canzoni scritte e composte da CIOSI attingono da un background che spazia dal blues al jazz, dal bluegrass al pop, con forti influenze acoustic-folk. Ogni creazione è differente l’una dall’altra, pause e tempi veloci si amalgamano in armonie fiorite e dinamiche tempestive e suadenti.

My First Time è esattamente quello che CIOSI ha fatto, scoprendo e amando il mondo acustico ha composto, sudato, studiato, provato, arrangiato, registrato e creato questo suo primo lavoro con tutto l’amore che la musica gli ha donato.

Il resto lo lasciamo all’ascoltatore e al futuro stesso. Happy acoustic sound!

Ciosi


1. TO MY SON

“La canzone è dedicata a mio figlio ETTORE. Ho composto questa armonia pensando alle prime volte che mio figlio gattonava in casa e tentava di muovere i primi passi e – vi confesso – l’emozione è stata fortissima. Il brano è suonato in stile crosspicking (down up up) ed è molto divertente l’effetto che crea questa tecnica attraverso le corde della chitarra.”

 

2. NATURE’S MOOD

“Il brano si riferisce agli immensi movimenti ed ai grandi messaggi che la MADRE TERRA ci sta dando in questi ultimi tempi: maremoti, terremoti, tempeste ed altri fenomeni che mi ricordano come l’UMANITÀ si sta comportando verso la NATURA. La composizione armonicamente tende ad essere traballante e mistica come la fiamma di un cerino, e questa mia scelta serve a dare un’immagine del fragile rapporto tra NATURA e UMANITÀ.”

 

3. TRANSATLANTIC

“Ho dedicato questo brano ai passeggeri di tutte quelle navi che nel dopoguerra hanno attraversato l’oceano alla volta delle Americhe verso un futuro migliore, lasciandosi alle spalle disperazione, fame e miseria. Ha un ritmo incalzante per la presenza di percussion style; l’armonia è spensierata come il mare al mattino. Nella parte finale del brano ho tentato di descrivere l’avvistamento della terra con la conseguente gioia degli emigranti pieni di speranza.”

 

4. STEVE WHITE BLUES

“Steve White è stato il musicista folk-blues che ho maggiormente apprezzato per le sue opere generatrici di atmosfere incantevoli e per il suo stile “ONE MAN BAND”. Intitolando questo brano con il suo nome desidero omaggiarlo ringraziarlo per la sua musica. Per chi fosse interessato a STEVE: www.stevewhiteblues.com. Grazie STEVE.”

 

5. DREAM GUITAR

“Il brano è dedicato a tutti gli appassionati di chitarra acustica che amano il proprio strumento e che a mano a mano si appassionano alla liuteria, ai vari modelli, alle varie essenze legnose e a tutto quello che è il mondo della chitarra. La mia chitarra dei sogni è la 1934 D MAHOGANY di SANTA CRUZ GUITARS e questo brano è dedicato a lei.”

 

6. MARDEL

“Mardel è il simpatico nomignolo con il quale i cittadini di MAR DEL PLATA usano chiamare questa incantevole città della costa ARGENTINA. Nel passato il suo porto ha accolto tanti immigrati che arrivavano dall’Europa. Il brano è colorato da freschi accordi a rappresentare le onde che si frangono nel porto di Mardel.”

 

7. SLADE STOMP

“Slade Stomp è un brano composto da BEPPE GAMBETTA, ed è dedicato al grande pioniere del flatpicking CHARLES SAWTELLE. Fa parte dell’omonimo disco pubblicato nel 2006. Ho scelto questo pezzo per omaggiare la carriera di GAMBETTA, riconosciuto come uno dei maestri mondiali del FLATPICKING. Nella tecnica chitarristica, e nella dedizione alla musica, a lui m’ispiro. Grazie BEPPE.”

 

8. SHE

“Questo brano è dedicato a tutte le donne del mondo, all‘universo femminile, donna musa di canzoni, poesie e opere, donna come frutto del tutto che c’è intorno. Senza le donne l’uomo non avrebbe futuro.”

 

9. BACK TO MY SHOULDERS

“Scritto da me in chiave d’avanguardia con spostamenti ritmici, scene musicali differenti tra loro e spazi aperti di armonie. Lo dedico a tutti coloro che credono veramente in se stessi, coloro che vanno sempre dritti per la loro strada ma che ancora si fermano e si guardano indietro per riflettere, meditare e  tentare di carpire il senso della vita.”

 

10. ANDRÀ TUTTO BENE

“Con questo brano, del brillante e celebre chitarrista italiano MASSIMO VARINI, voglio omaggiare colui che mi ha insegnato molto ascoltandone la musica e seguendone le lezioni. Il brano originale fa parte del suo album ANACRUSIS del 2011. La mia modesta interpretazione vuole rimanere fedele all’originale con qualche sfumatura di stile flatpicking. A mio avviso si tratta di uno dei brani per chitarra acustica che meglio ne rende le potenzialità e gli effetti dell’armonia attraverso le corde.”

 

11. SAMUEL OR VIRGINIA

“Non ho avuto un titolo per questo brano, fino a quando, nei giorni di studio session, arrivai in sala d’incisione e il fonico e amico CHRIS mi accolse dandomi la notizia che di lì a breve sarebbe diventato padre. Dopo le congratulazioni chiesi come si sarebbe chiamato il piccolo e la risposta fu: SAMUEL o VIRGINIA… Così trovai il titolo in un batter d’occhio!”

itunes-buttoncdbaby_button


«Torna alla Discografia